Il toponimo più lungo del mondo

Taumatawhakatangihangakoauauotamateaturipukakapikimau ngahoronukupokaiwhenuakitanatahu o Taumatawhakatangihangakoauauotamateapo kaiwhenuakitanatahu è il nome in lingua māori di una collina di scarsa rilevanza, alta circa 305 metri, vicina a Porangahau, a sud di Waipukurau nella Hawke’s Bay meridionale, in Nuova Zelanda. È uno dei nomi geografici più lunghi usati al mondo, ed è per semplicità abbreviato in Taumata dagli abitanti del luogo.

Il nome scritto sul cartello segnaletico locale è Taumatawhakatangihangakoauauotamateaturipukakapikimaungahoronukupokaiwhenuakitanatahu e riporta in inglese la tradizione secondo cui Tamatea dovette combattere in quel luogo contro il popolo Ngati Hine e nel corso della battaglia venne ucciso suo fratello. Tamatea rimase così addolorato dalla perdita che si fermò alcuni giorni sul posto e ogni mattino si recò su quel poggio a suonare il Kōauau in sua memoria. Quindi il nome indica “la collina su cui Tamatea, il capo di grande statura fisica e fama, ha suonato sul suo flauto un lamento in memoria di suo fratello”

Con 85 lettere, è uno dei toponimi più lunghi che si conoscano.

Esistono diverse traduzioni, tra cui una di queste è: «Il luogo in cui Tamatea, l’uomo dalle grandi ginocchia, che discese, scalò e ingoiò montagne, conosciuto come divoratore di terre, suonò il suo flauto per il suo amato [fratello]». Con la pronuncia: Tetaumatawhakatangihangakoauaotamateaurehaeaturipukapihimaungahoronukupokaiwhenuaakitanarahu, 92 lettere, è entrata nel Guinness dei primati.